• mimi

Questione Palo Santo (è giusto o meno utilizzarlo, esiste davvero quello etico?)

Aggiornato il: 20 lug 2019


Premessa:

I legnetti arrivano dall’albero chiamato Palo Santo (il cui nome botanico è Bursera graveolens), che cresce soprattutto in Perù ed Ecuador.

La pianta deve essere deceduta da circa tre o quattro anni perché è proprio grazie al processo di decomposizione che il legno, a contatto con la terra in cui è vissuto, si arricchisce di tutta una serie di sostanze che lo rendono efficace e incredibilmente profumato.

Ci sono rigide leggi locali che proibiscono il disboscamento del palo santo nella foresta pluviale amazzonica e questi alberi sacri non possono essere rimossi finché non si riposano sul suolo della foresta per diversi anni.

Quello che sta succedendo é che data la grande richiesta di questo legno da parte del mondo Occidenatale.. Indovinate un po cosa fanno per averne tanto e che possa soddisfare la crescente richiesta? Quando mai le leggi per il disboscamento possono essere un problema per chi ci vuole lucrare su qualcosa che sta diventando un business.

Credo che il problema di base sia sempre quello legato ai consumi e ai nuovi bisogni che ci vengono inculcati. Ditemi la verità..quanti di voi usano il palo santo solo da pochissimo perchè ne hanno sentito parlare bene e si son lasciati affascinare?

Fino a prima che scoppiasse l'interesse per il Palo santo del mondo Occidentale, veniva raccolto in quantitativi molto inferiori dalle popolazioni indigene che ne facevano un uso più consapevole ed ancestrale. avendo una determinata cultura alle spalle, una ben definita tradizione nonchè conoscenza della pianta.

Con la crescente rischiesta da parte del mondo Occidentale ovviamente aumenta anche l'interesse da parte di chi vuol vendere un prodotto senza rispettare la Terra ed i suoi cicli! Ma il motivo principale che ci dovrebbe far fare un passo indietro è la valorizzazione delle nostre risorse, quelle del nostro terriotorio e della nostra cultura.

Perchè non usare un legno aromatico autoctono che cresce in abbondanza invece di andare a scomodare la Bursera graveolens dato l'effettivo pericolo a cui sta andando incontro grazie alle nuove esigenze (mode) dell'Occidente?

Io non so voi, ma seppure il palo santo mi piaccia tantissimo, non voglio essere la classica Occidentale modaiola consumista che si maschera dietro alla scusa che esistono i fornitori etici! (chi ce ne da garanzia?) Perchè poi a ben pensarci, che bisogno profondo ho io di usare il palo santo quando potrei bruciare un'altra pianta di casa mia?





0 visualizzazioni

MIMIWILD
P.I. 02306850500